3 Agosto 2022 19:37


Da ieri gli occhi del mondo sono puntati su Taiwan, quando una visita della presidente della Camera americana Nancy Pelosi ha intensificato le tensioni tra l’isola autonoma, gli Stati Uniti e la Cina continentale, che rivendica Taiwan come suo territorio legale. Il viaggio ha inaspettatamente acceso i riflettori anche su uno dei musei di Taiwan.

Dopo aver incontrato il presidente taiwanese Tsai Ing-wen e aver visitato lo Yuan legislativo, Pelosi ha concluso il suo viaggio di un giorno visitando il National Human Rights Museum (NHRM) all’interno del Jing-Mei White Terror Memorial Park nella città di New Taipei. Lì incontrò Lam Wing-kee, un libraio noto per la fornitura di pubblicazioni di carattere politico; Lee Ming-cheh, un attivista taiwanese per i diritti umani che era stato incarcerato nella Cina continentale; e l’attivista di piazza Tienanmen Wu’er Kaixi, l’Apple Daily in lingua cinese rapporti. I manifestanti favorevoli a Pelosi si sono radunati fuori dal complesso, così come i contro-manifestanti filo-cinesi. Pelosi in seguito ha twittato di aver “sentito parlare dei leader della società civile sui diritti umani” e di “aver lasciato l’ispirazione per il loro coraggio”.

L’NHRM commemora il terribile periodo del “Terrore Bianco” di Taiwan quando, per quasi quattro decenni, il governo ha represso coloro che riteneva fossero contrari al suo governo attraverso una campagna di violenza secondo la legge marziale. Istituito nel 2018, è ambientato all’interno di una storica caserma dell’esercito che, fino al 1991, ospitava prigionieri politici, tra cui Annette Lu che sarebbe diventata vicepresidente di Taiwan dal 2000 al 2008. Lu era dietro l’istituzione iniziale di Jing-Mei come memoriale nell’aprile 2007. Il museo ospita una collezione di archivi e ospita regolarmente mostre temporanee con opere di artisti.

Taiwan è stata gestita dalla dittatura militare del Kuomintang (KMT) tra il 1949 e la sua democratizzazione nel 1996; da allora ha sostenuto i diritti umani nella regione e nel mondo. Ad oggi è l’unico Paese asiatico ad aver legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Pelosi è l’ufficiale statunitense di grado più alto a visitare Taiwan dall’allora relatore Newt Gingrich nel 1997. La sua visita ha sfidato la disapprovazione pubblica dell’amministrazione Biden, che ha sottolineato che sta agendo indipendentemente dal governo degli Stati Uniti. La Cina continentale si è opposta a gran voce alla visita da quando i piani sono trapelati per la prima volta la scorsa settimana e il ministero della Difesa di Taiwan ha rilasciato su Twitter che ieri ha registrato almeno 21 incursioni nello spazio aereo della sua zona di identificazione della difesa da parte di aerei della terraferma. Lo ha annunciato la Cina terrà esercitazioni nelle acque intorno a Taiwan, compresi alcuni che entrano nel territorio marittimo taiwanese, dal 4 al 7 agosto. Sebbene tali esercizi di cavalcavia siano comuni, questi sono i più grandi esercizi dalla metà degli anni ’90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.