30 Giugno 2022 00:47


Ha ricreato i gioielli della corona in feltro per il 90° compleanno della regina Elisabetta II e ora per il Platinum Jubilee, l’artista Lucy Sparrow sta posando su un intero banchetto in feltro per la gioia dei reali e della gente comune. Il Queen’s Platinum Jubilee Lunch (2022) presenta una magnifica diffusione di torte, panini, patatine e ogni sorta di commestibile, disposti lungo una tovaglia Union Jack di 6 metri bordata di stamina e interamente modellata con il tessuto sfocato dai colori vivaci tanto amato da bambini e artigiani. Ci sono involtini di salsiccia in feltro, biscotti Jammie Dodger, patatine Hula Hoop e uova scozzesi, insieme a bottiglie di spumante, tazze di tè e, naturalmente, un Victoria Sponge e il nuovissimo “pudding al platino”.‘.

“È una festa inglese molto semplice: voglio che ricordi quelle feste del D-day che si estendono fino in fondo ai blocchi di case a schiera”, dice Sparrow, aggiungendo che “il mio lavoro è sempre stato incentrato sulla comunità e sul crollo barriere tra le classi”.

La festa gastronomica del passero sarà svelata davanti al Principe di Galles e alla Duchessa di Cornovaglia quando sarà il fulcro del Big Jubilee Lunch (che serve cibo vero) che si terrà all’Oval Cricket Ground nel sud di Londra il 5 giugno. Qui i Royals saranno raggiunti da diverse migliaia di ospiti, molti della comunità locale e rappresentanti di enti di beneficenza, e consegneranno premi ai principali volontari del “Campione di platino”.

“Non direi di essere un super realista”, dice Sparrow, “sono solo così felice che possiamo riunirci di nuovo. Non importa cosa pensi dei Royals, i 70 anni sul trono sono una pietra miliare così folle che dovrebbe essere celebrata anche solo dal punto di vista umano.

Dopo la messa in onda del primo weekend giubilare, la festa in feltro sarà allestita nel Grand Entrance di Buckingham Palace, dove rimarrà durante il periodo in cui il palazzo sarà aperto al pubblico dal 22 luglio al 2 ottobre. “Mi sto ancora dando un pizzicotto”, dice Sparrow, che ha ribaltato l’intero progetto in sole dieci settimane. “Sono andato in tournée a Buckingham Palace la scorsa settimana e ci sono opere di Rembrandt e Vermeer, e poi ci saranno le mie cose: è davvero surreale”.

Resta da vedere se i Jammy Dodgers e i Cheesy Wotsit di Sparrow finiranno per annidarsi permanentemente tra i Rembrandt e i Leonardo nella Royal Collection. “Non è stato ancora discusso, è successo tutto così in fretta”, dice. “È un pezzo piuttosto grande, riempie un intero furgone, anche se potrebbero sempre prenderne solo una piccola parte”.

Sparrow non è l’unico artista a fare il possibile per il weekend del Giubileo di platino. Ma per coloro che richiedono un’esperienza artistica del Giubileo più contemplativa e senza folla, l’artista Leo Villareal sta coreografando un’opera speciale del Giubileo che collegherà nove ponti di Londra alla luce, a partire dal tramonto di oggi (2 giugno) e proseguirà ogni notte fino alle 2:00 del 6 giugno .

Negli ultimi anni il progetto Illuminated River di Villareal ha illuminato Lambeth, Westminster, Golden Jubilee, Waterloo, Blackfriars Road, Millennium, Southwark, Cannon Street e London Bridges in quella che è la più lunga commissione di arte pubblica al mondo. Ma ora questa versione del Giubileo di cinque giorni intreccerà sequenze speciali di platino e viola in tutta la combinazione di colori esistente, illuminando il fiume, i suoi ponti e i suoi dintorni in quello che promette di essere un vero spettacolo regale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.