30 Giugno 2022 04:27


L’impressionista francese Berthe Morisot (1841-95) sarà oggetto di un’importante mostra londinese il prossimo anno che esplorerà come un viaggio di nozze in Inghilterra abbia lasciato un’impressione duratura sul suo lavoro.

Oltre a concentrarsi sull’impatto che gli artisti francesi del XVIII secolo come Jean-Honoré Fragonard e Antoine Watteau hanno avuto sul lavoro di Morisot, la mostra della Dulwich Picture Gallery sarà la prima a esplorare l’importante influenza di pittori inglesi come Thomas Gainsborough e Joshua Reynolds .

“Era insolita [amongst the Impressionists] con quell’entusiasmo”, afferma la co-curatrice della mostra Lois Oliver. Morisot “era particolarmente entusiasta di Gainsborough, Reynolds e [George] Romney. E c’era ben poco di quello disponibile da vedere in Francia”. Morisot incontrò le opere degli artisti durante un solo viaggio in Inghilterra nel 1875 per la sua luna di miele. Dopo il suo matrimonio con Eugène Manet (fratello di Édouard Manet), Morisot e il suo nuovo marito hanno visitato Londra e l’Isola di Wight, inclusa la regata velica di Cowes, così come le corse di cavalli di Goodwood (“tutte le cose estive alla moda da fare in Inghilterra ”, dice Oliver). Un ritratto di Manet dipinto durante il viaggio, Eugène Manet sull’isola di Wight (1885), sarà uno dei momenti salienti della mostra.

La coppia trascorse gran parte dell’agosto di quell’anno a Londra, visitando la National Gallery e il South Kensington Museum (ora Victoria and Albert Museum), nonché collezioni private. “Ha detto che tutto ciò che vedeva le faceva venire voglia di conoscere a fondo la pittura inglese”, dice Oliver.

Morisot è stata l’unica donna membro fondatore del movimento impressionista ed è stata a lungo oscurata dalle sue controparti maschili più famose. “Era una delle impressioniste più significative [and] è stato coinvolto nell’organizzazione di tutte le loro mostre”, dice Oliver.

La mostra di Dulwich sarà la prima dell’artista nel Regno Unito dal 1950, “il che è sorprendente se si pensa a quanto fosse importante per il movimento impressionista”, dice Oliver. È organizzato con il Musée Marmottan Monet di Parigi, che custodisce una delle collezioni più importanti dell’opera di Morisot. La Dulwich Picture Gallery conserva pezzi chiave di molti degli artisti francesi del 18° secolo che hanno influenzato Morisot e sarà la prima volta che il suo lavoro viene mostrato insieme a dipinti di artisti come Fragonard e Watteau.

Anche molti dei dipinti della mostra non sono mai stati esposti nel Regno Unito. Tra i momenti salienti del ci sarà Apollo che rivela la sua divinità alla pastorella Issé, dopo François Boucher (1892), recentemente acquisito dai Marmottan all’asta, e Julie Manet con il suo Greyhound Laerte (1893). Quest’ultimo presenta la figlia dell’artista e una sedia in stile Luigi XVI, uno dei numerosi mobili del 18° secolo di proprietà di Morisot, che appaiono “abbastanza spesso nei suoi dipinti”, dice Oliver.

Un recente sondaggio Morisot che ha girato i musei di Dallas, Filadelfia, Quebec, Madrid e Parigi, ha aiutato l’artista a ottenere una rinnovata e meritata attenzione. Oliver concorda sul fatto che questa mostra nel Regno Unito sia “attesa da tempo”. “Era una delle impressionisti più originali e questo sarà un punto di vista davvero unico nel suo lavoro”, aggiunge.

• Berthe Morisot: Impressionism and the 18th Century, Dulwich Picture Gallery, Londra, 5 aprile-10 settembre 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.