2 Agosto 2022 20:13


Dopo un’edizione del 2022 che ha puntato i riflettori su artisti e gallerie dell’America Latina, Expo Chicago invita due esperti di arte contemporanea del mondo di lingua spagnola a curare il suo programma dedicato all’arte su larga scala e site-specific e il suo settore per gallerie emergenti il ​​prossimo anno.

Claudia Segura, che funge da curatrice delle mostre e della collezione del Museu d’Art Contemporani de Barcelona (Macba), gestirà il programma In/Situ della fiera 2023, che vede installazioni su larga scala, site-specific e immagini in movimento in Spazio del Festival Hall del Navy Pier. E Aimé Iglesias Lukin, direttore e curatore capo delle arti visive presso l’Americas Society di New York, curerà il settore Esposizione della fiera, che ospita presentazioni di uno e due artisti da parte di gallerie fondate negli ultimi dieci anni.

“Spero che le mie conoscenze nel campo dell’arte latinoamericana e latina in particolare possano offrire una maggiore visibilità ad altre diversità e comunità, per imparare reciprocamente nel dialogo”, afferma Lukin in una nota. Oltre ai precedenti ruoli al Metropolitan Museum e alla Fundación Proa di Buenos Aires, Lukin ha recentemente completato un dottorato di ricerca presso la Rutgers University, dove la sua tesi si è concentrata sugli artisti latinoamericani a New York negli anni ’60 e ’70.

All’edizione di quest’anno della fiera, il settore Esposizione, curato da Humberto Moro, vicedirettore del programma presso la Dia Art Foundation, contava 40 gallerie.

Segura, nel frattempo, è stato in precedenza direttore e curatore capo di NC-arte a Bogotá, in Colombia, e ha curato o co-curato mostre al Museo de Arte Moderno de Bogotá (Mambo), al Palazzo delle Arti di Porto, in Portogallo, e l’Instituto Cervantes di Londra, tra gli altri. “La vitalità di Chicago è sempre stata di grande interesse curatoriale per me, ed è attraverso questo quadro che cerco di portare una prospettiva decoloniale a questa posizione e integrare altri modi di curare usando il potenziale della poetica e lo strumento politico della fabulazione”, dice in una dichiarazione.

Il settore In/Situ all’ultima edizione della fiera nell’aprile 2022, a cura di Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea capo curatore e curatrice delle collezioni Marcella Beccaria, ha visto 15 presentazioni, inclusa per la prima volta una presentazione mirata di opere d’arte digitali.

Expo Chicago, la più importante fiera d’arte del Midwest americano, quest’anno è tornata alla sua tradizionale fascia oraria di aprile dopo due edizioni sconvolte dal Covid-19. La sua edizione 2023 (13-16 aprile 2023) segnerà il decimo anniversario della fiera.

Mercato dell’arte

Con una forte esposizione di artisti e gallerie latinoamericane, Expo Chicago amplia la definizione di fiera regionale

Daniel Cassadi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.