28 Giugno 2022 19:18


Ci sono state collaborazioni strane nel mondo dell’arte, ma non molte sono state così importanti come la partnership appena coniata tra Queen of Pop Madonna e Beeple. La cantante di Like a Virgin e l’artista digitale da record dell’asta si sono uniti per creare tre NFT (token non fungibili), intitolati Mother of Creation, che usciranno domani su SuperRare, la piattaforma per opere NFT curate uniche, con un inizio prezzo di 0,00035774 ETH ($ 1).

Il progetto è stato “un lavoro d’amore, un anno di lavoro: entrambi gli artisti hanno collaborato per connettersi all’idea di creazione e maternità raccontata attraverso questo mezzo visivo. Le opere esplorano il concetto di nascita attraverso l’oscurità e la luce nel nostro mondo moderno”, secondo un comunicato stampa. Madonna aggiunge: “Volevo indagare sul concetto di creazione, non solo il modo in cui un bambino entra nel mondo attraverso la vagina di una donna, ma anche il modo in cui un artista dà vita alla creatività”.

Tutte e tre le opere sono state modellate su una scansione 3D di Madonna; Madre della Natura mostra un albero che germoglia dal corpo di Madonna mentre Madre della Tecnologia mostra un millepiedi che vaga per una foresta – “Il millepiedi rappresenta la tecnologia sia la forza vitale che i pericoli di essa, la giustapposizione di oscurità e luce” – e la poesia di lo scrittore persiano del XIII secolo Rumi.

Tutti i proventi della vendita andranno a tre organizzazioni no-profit, tra cui The Voices of Children Foundation che sostiene donne e bambini colpiti dalla guerra in Ucraina dal 2015. Gli altri enti di beneficenza sono The City of Joy, una comunità per donne sopravvissute alla violenza nella parte democratica orientale Repubblica del Congo e Black Mama’s Bail Out nel Tennessee.

Da quando Beeple ha venduto un NFT all’asta per $ 69 milioni nel marzo dello scorso anno (Everyday: The First 5000 Days, 2021), i commentatori del mondo dell’arte hanno discusso se il fenomeno è qui per rimanere o solo un fuoco di paglia. Yuki Terase, il co-fondatore con sede a Hong Kong della società di consulenza Art Intelligence Global, ci ha detto l’anno scorso che gli NFT “rivoluzionano il modo in cui consumiamo, sperimentiamo e condividiamo l’arte, e questo nuovo ecosistema sarà in gran parte modellato e guidato da nuovi attori nel mercato, guidato da giovani collezionisti asiatici”. Tuttavia, i regolatori hanno anche nel mirino le criptovalute e gli NFT e l’aumento dei controlli smorzerà inevitabilmente la frenesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.