28 Giugno 2022 16:10


Avventure con Van Gogh

Avventure con Van Gogh è un blog settimanale di Martin Bailey, il nostro corrispondente di lunga data ed esperto dell’artista. Pubblicate ogni venerdì, le sue storie spazieranno da notizie su questo artista più intrigante a pezzi accademici basati sulle sue meticolose indagini e scoperte.

I quadri di Vincent van Gogh arrivano solo occasionalmente sul mercato e, non a caso, ottengono ingenti somme. Quello dispari viene venduto privatamente tramite un rivenditore, spesso in modo molto discreto, ma in un anno tipo solo una manciata viene messa all’asta pubblicamente.

Qui registriamo i dieci dipinti di Van Gogh più costosi che siano mai stati venduti all’asta, più uno in arrivo da Christie’s a maggio, che dovrebbe entrare nella lista.

1. Ritratto del dottor Paul Gachet, 83 milioni di dollari, 1990

Il ritratto del dottor Paul Gachet detiene ancora il record per il Van Gogh più costoso, sebbene sia stato venduto già nel 1990. Da Christie’s ha raggiunto 83 milioni di dollari, quindi il prezzo d’asta più alto per un’opera di qualsiasi artista. Con l’inflazione, oggi sarebbe equivalente a $ 180 milioni.

Allora perché ha fatto il prezzo record? È senza dubbio tra i migliori ritratti di Van Gogh. Il dottor Gachet è stato una figura chiave nella vita di Vincent, si è preso cura di lui dopo che l’artista si è sparato ad Auvers-sur-Oise, quindi il soggetto aumenta notevolmente l’interesse. Nel 1990 passò a un acquirente di Tokyo, e in quel momento i collezionisti giapponesi gareggiavano febbrilmente sui grandi nomi dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo.

Il ritratto del dottor Paul Gachet è stato acquistato dall’uomo d’affari Ryoei Saito, che in seguito ha affermato di volere che il dipinto fosse cremato con il suo corpo. Fortunatamente, ciò non si è verificato alla sua morte nel 1996, e invece il Van Gogh è stato venduto privatamente a Wolfgang Flöttl, un gestore di investimenti austriaco. Dopo aver affrontato problemi finanziari, il ritratto è passato di nuovo di mano ed è ora di proprietà di un miliardario europeo estremamente riservato.

2. Operaio in un campo, 81 milioni di dollari, 2017

Operaio in un campo venduto per $ 81 milioni nel 2017. Dipinto mentre Van Gogh viveva nel manicomio fuori Saint-Rémy-de-Provence, la composizione è stata ispirata dalla vista dalla sua modesta camera da letto. Un contadino è al lavoro, posto sotto uno dei potenti soli dell’artista. Come la maggior parte dei Van Gogh che arrivano sul mercato, questo paesaggio è stato venduto a un acquirente anonimo.

3. Autoritratto senza barba, 72 milioni di dollari, 1998

L’autoritratto senza barba è salito a 72 milioni di dollari quando è stato messo all’asta nel 1998. Gli autoritratti di Van Gogh sono molto apprezzati e solo una manciata rimane in mani private. Questo è stato particolarmente personale per Vincent, dal momento che lo ha dipinto nel manicomio di Saint-Rémy-de-Provence come regalo a sua madre per il suo 70esimo compleanno. La Courtauld Gallery ha cercato di prendere in prestito l’Autoritratto senza barba per la sua attuale mostra su Van Gogh, ma si è rivelato sfuggente e rimane nascosto in un’anonima collezione europea.

4. Capanne di legno tra ulivi e cipressi, $ 71 milioni, 2021

Capanne di legno tra gli ulivi e i cipressi è una delle vendite più recenti di Van Gogh, che lo scorso novembre è stata di 71 milioni di dollari. Un paesaggio suggestivo e poco conosciuto, realizzato nelle campagne fuori dal manicomio. Sebbene l’acquirente fosse anonimo, sappiamo che il dipinto è andato a Hugo Nathan, dei consulenti d’arte londinesi Beaumont Nathan, per un cliente privato.

5. The Avenue of Les Alyscamps, 66 milioni di dollari, 2015

Il viale di Les Alyscamps fu dipinto ad Arles, pochi giorni dopo l’arrivo dell’amico di Van Gogh Paul Gauguin, che dipinse anche la scena nelle vicinanze. Nel 2003 il paesaggio era stato venduto da Christie’s per 12 milioni di dollari, ma quando è tornato all’asta nel 2015 un acquirente anonimo ha pagato 66 milioni di dollari, più cinque volte tanto. I prezzi di Van Gogh sono quasi sempre in aumento.

6. Papaveri e margherite, $ 62 milioni, 2014

Papaveri e margherite è una natura morta drammatica e colorata, completata poche settimane prima della morte dell’artista ad Auvers-sur-Oise. È stato venduto per $ 62 milioni, andando al proprietario della società di intrattenimento cinese Wang Zhongjun.

Wang è anche un artista dilettante che ama dipingere nature morte floreali. Dopo l’asta ha commentato che la somma finale è stata “leggermente inferiore a quanto mi aspettassi”. L’acquisto di Wang è un’indicazione di come il mercato di Van Gogh sia cambiato drasticamente negli ultimi anni, dal Nord America e dall’Europa all’Asia orientale (Cina, Hong Kong e Corea).

7. Paesaggio sotto il cielo tempestoso, $ 54 milioni, 2015

Paesaggio sotto il cielo tempestoso è stato dipinto ad Arles dopo che Van Gogh gli aveva mutilato l’orecchio e solo poche settimane prima della sua partenza per il manicomio. Il prato è pieno di fiori primaverili con una coppia che passeggia sul lato sinistro, incastonata sotto un cielo drammatico. L’immagine ha raccolto $ 54 milioni nel 2015.

8. Iris, $ 54 milioni, 1987

iridi, che è stato probabilmente il primo dipinto realizzato da Van Gogh al manicomio, ha avuto una storia recente insolitamente a scacchi. Nel 1987 è stato venduto da Sotheby’s per 54 milioni di dollari, andando all’uomo d’affari australiano Alan Bond. Ma ha dovuto affrontare problemi finanziari e non è stato in grado di pagare, quindi la proprietà è rimasta alla casa d’aste. Nel 1990 Sotheby’s ha poi venduto il Van Gogh al J. Paul Getty Museum in California in un accordo privato. Sebbene il prezzo pagato dal museo non sia mai stato divulgato, probabilmente era intorno alla somma dell’asta. Ora è tra i pezzi forti della collezione Getty.

9. Giovane con un fiordaliso, $ 47 milioni, 2021

Giovane con un fiordaliso, dipinto ad Auvers-sur-Oise, è stata fonte di grande sorpresa lo scorso novembre, quando ha superato la sua stima di $ 5-7 milioni, raggiungendo infine $ 47 milioni. Opera insolitamente espressionista, fu dipinta nelle ultime settimane della vita di Van Gogh ad Auvers-sur-Oise. L’identità dell’acquirente non è stata rivelata, ma c’è stato un notevole interesse da parte dei collezionisti dell’Estremo Oriente.

10. Girasoli, $ 40 milioni, 1987

Entrando nella top ten, Sunflowers vendette nel 1987, quando il boom dei prezzi delle opere d’arte era appena iniziato. È una delle sette nature morte di girasoli che Van Gogh dipinse ad Arles. Questa è la sua copia della versione originale con sfondo giallo che ora si trova alla National Gallery di Londra.

Quando è uscito da Christie’s, i 24 milioni di sterline (40 milioni di dollari) pagati erano tre volte più di quanto qualsiasi opera d’arte fosse mai stata prelevata all’asta (con l’inflazione ora sarebbe equivalente a poco più di 100 milioni di dollari). Era anche la prima volta che il prezzo record veniva pagato per un’immagine moderna, piuttosto che per un vecchio maestro. L’acquirente era la compagnia di assicurazioni Yasuda con sede a Tokyo. L’azienda è stata successivamente rilevata dalla società Sompo e il Van Gogh è ora l’attrazione principale del Sompo Museum of Art.

I girasoli si sono rivelati un investimento sorprendente. Se mai tornasse sul mercato, varrebbe diverse centinaia di milioni di dollari.

Rompere la top ten

Da allora altri due Van Gogh hanno eguagliato il prezzo di Sunflowers 1987, ottenendo anche $ 40 milioni: L’Arlésienne, Madame Ginoux (febbraio 1890) venduto il 2 maggio 2006 e Trees in the Garden of the Asylum (ottobre 1889) il 13 maggio 2019 (entrambi da Christie’s, New York).

Diversi Van Gogh sono stati venduti privatamente a prezzi nella stessa fascia di quelli messi all’asta. Questi includono Ritratto di Joseph Roulin (gennaio 1889), acquisita dal Museum of Modern Art di New York nel 1989; una versione di Wheatfield with Cypresses (giugno 1889), acquisita nel 1993 dal Metropolitan Museum of Art di New York; e Girl Against a Background of Wheat (giugno 1890), acquistato dal boss del casinò Steve Wynn nel 1999 e ora di proprietà del gestore di hedge fund Steven Cohen.

È interessante notare che tutte le opere trattate nel nostro sondaggio sono state dipinte negli ultimi due anni circa della vita di Van Gogh, quando lavorava in Provenza o nel villaggio di Auvers-sur-Oise. Sono questi ultimi lavori che vanno a prendere le mega somme. E tutti tranne i girasoli sono stati venduti a New York, un’indicazione che la domanda principale è arrivata fino a poco tempo fa dall’America, piuttosto che dall’Europa.

Un nuovo arrivato potrebbe presto entrare nella top ten. Il 12 maggio Christie’s, New York, offrirà Fields near the Alpilles (Champs près des Alpilles) (novembre 1889), una veduta dipinta alla periferia di Saint-Rémy-de-Provence. Sebbene non sia stata pubblicata alcuna stima formale, la casa d’aste prevede un guadagno di circa 45 milioni di dollari. Christie’s ha recentemente girato il dipinto a Taipei e Hong Kong, un’indicazione del crescente interesse dell’Asia orientale.

Fields vicino alle Alpilles ha una provenienza illustre, che potrebbe suscitare interesse per potenziali acquirenti: era di proprietà del couturier Yves Saint Laurent e del suo partner Pierre Bergé.

Martin Bailey è l’autore di Van Gogh’s Finale: Auvers and the Artist’s Rise to Fame (Frances Lincoln, 2021, disponibile nel Regno Unito e USA). È uno dei principali specialisti di Van Gogh e giornalista investigativo per The Art Newspaper. Bailey ha curato le mostre di Van Gogh alla Barbican Art Gallery e alla Compton Verney/National Gallery of Scotland. È stato co-curatore della mostra The EY Exhibition: Van Gogh and Britain della Tate Britain (27 marzo-11 agosto 2019).

Bailey ha scritto una serie di altri libri bestseller, tra cui The Sunflowers Are Mine: the Story of Van Gogh’s Masterpiece (Frances Lincoln 2013, disponibile nel Regno Unito e USA), Studio of the South: Van Gogh in Provence(Frances Lincoln 2016, disponibile nel Regno Unito e USA) e Starry Night: Van Gogh at the Asylum (White Lion Publishing 2018, disponibile nel Regno Unito e USA). Bailey’s Living with Vincent van Gogh: the Homes and Landscapes that Shaped the Artist (White Lion Publishing 2019, disponibile nel Regno Unito e USA) fornisce una panoramica della vita dell’artista. The Illustrated Provence Letters of Van Gogh è stato ristampato (Batsford 2021, disponibile nel Regno Unito e USA).

• Per contattare Martin Bailey, inviare un’e-mail a: vangogh@theartnewspaper.com. Si prega di notare che non effettua autenticazioni.

Leggi di più dal blog Le avventure di Martin con Van Gogh qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.