1 Agosto 2022 05:39


Leggi sul copyright degli anime e il modo in cui vengono implementati può essere problematico sui social media.

Ogni giorno ci sono ricorsi o rimozioni per violazione del copyright. Alcuni sono autentici, ma molti sono eccessivamente aggressivi, manipolatori o addirittura abusano della legge stessa.

Il Giappone è noto per questa aggressione e, in alcuni casi, per la censura quando si tratta di utilizzare il loro materiale protetto da copyright (in modo legale).

Toei Animation è un grande e noto colpevole.

150 ricorsi per violazione del copyright NEGATI su YouTube

Video Youtube

Da un po’ di tempo ormai, una delle tante vittime della rimozione del copyright giapponese è YouTuber Totally Not Mark.

Realizza alcuni video su alcuni anime, come NARUTO o Berserk, in uno stile intitolato “recensioni alla cieca” con molti anime diversi.

Tonnellate del suo contenuto sono state rimosse dalla Toei Animation e da tempo è in fase di appello.

Come ha scritto un fan in uno dei miei commenti:

“Toei ha presentato un gran numero di reclami di Content ID contro uno youtuber “Totally Not Mark” che impediscono la visualizzazione dei video o che lui ottiene entrate pubblicitarie da quei video. Tutti i video avrebbero dovuto essere considerati fair use, quindi Toei non avrebbe dovuto rivendicarli come violazione del copyright”.

Sembra che alla fine questi video contrassegnati erroneamente siano stati ripristinati. O meglio ancora: i 150 ricorsi, che è un numero GRANDE, sono stati respinti da YouTube.

Ciò lascia Totally Not Mark il vincitore di questa battaglia sul copyright di cui gli YouTuber sono vittime in molti casi.

Gli account sono stati completamente banditi e cancellati per questo motivo.

Bloccato in Giappone

Come compromesso e come parte dell’accordo, la visualizzazione dei suoi video in Giappone è bloccata.

Per YouTuber come Totally Not Mark che creano video relativi agli anime, dovrebbero vincere ogni appello in più paesi affinché questo blocco si estenda oltre il Giappone.

Una delle sue risposte CITAZIONE:

“In risposta a ciò, Toei ha violato le norme di YouTube e, invece di rispondere con una giustificazione per gli avvisi di rimozione in base alla richiesta di YouTube, ha invece utilizzato i propri strumenti alle spalle di YouTube per rivendicare e bloccare manualmente ognuno dei 150 video nel mio catalogo di il mio contenuto. Quindi, in breve, Toei ha violato esplicitamente le regole in questo caso. È importante sottolineare che se Toei avesse fornito un argomento secondo cui i video violavano la legge giapponese, YouTube avrebbe probabilmente onorato la loro rimozione, rimosso i video in tutto il mondo e potenzialmente cancellato il mio canale.

In questo caso, Toei ha infranto le regole della politica sul copyright di YouTube, che ha reso nullo ogni singolo reclamo e blocco del copyright presentato contro di me.

Gli YouTuber di anime e gli YouTuber in generale saranno sempre vittime purché rispettino le regole di YouTube e non vadano mai oltre l’unica piattaforma.

È BS in molti casi, ma è una regola che devi rispettare poiché YouTube possiede il contenuto, in pratica. Rendere più probabili le rivendicazioni sul copyright e l’abuso di esso.

Consigliato successivo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.