28 Giugno 2022 08:16


Crunchyroll è un gigante dello streaming di anime, la più grande piattaforma di streaming dedicata agli anime al mondo. E questo è stato il caso almeno dal 2010 in poi.

Anche se aziende come Funimation hanno iniziato prima di Crunchyroll e hanno avuto successo, Crunchyroll le ha comunque superate in relativamente poco tempo.

Crunchyroll è anche riuscito a ottenere grandi affari con studi di anime, licenziatari di copyright e altro ancora. Rendere peculiare la storia di Crunchyroll.

Parliamo di COME tutto questo sia avvenuto prima dell’anno 2022 e oltre.

La storia di Crunchyroll:

1. Iniziando come pirati degli anime nel 2006

Che ci crediate o no, Crunchyroll non è nata come un’azienda con un sacco di soldi in barca, o un’azienda che ha ricevuto finanziamenti per quanto fosse innovativa o diversa.

Per non parlare di un’azienda su cui si è lavorato per anni attraverso il duro lavoro o altro (FUBU, ecc.).

Niente di tutto ciò potrebbe essere più lontano dalla verità, ad eccezione di oltre $ 10.000 investiti dai fondatori.

Alcuni di voi saranno sorpresi di sapere che Crunchyroll ha iniziato come pirati degli anime, non diversamente da:

  • Bacio Anime.
  • 9 Anime.
  • GoGo Anime.
  • Bibili.

O qualsiasi altra piattaforma di streaming di anime che è iniziata come un pirata o è ancora un pirata.

La storia inizia nel 2005 con 4 ingegneri universitari in California. Crunchyroll era un progetto “laterale” all’epoca.

Il 2006 è quando il sito è stato pubblicato ed è stato il momento in cui tutti (un numero limitato di persone dovrei dire) hanno saputo di Crunchyroll.

Essendo un sito pirata generato dagli utenti, hanno permesso ai fan di caricare:

  • Video anime.
  • Spettacoli di anime.
  • Film anime.
  • Anime OVA’S.

E essenzialmente contenuti anime su cui i proprietari di Crunchyroll sarebbero venuti per fare soldi, naturalmente. Soprattutto con sempre più contenuti anime che invadono il sito.

In questo modo, è stato simile a come è iniziato YouTube poiché quel sito (anche se è ancora un po ‘vero) era pieno di violazione del copyright. E molti detentori del copyright si sono lamentati.

Questo è lo stesso scenario con Crunchyroll in quel periodo, ma la comodità di essere un sito “generato dagli utenti”, almeno nel nome, ha giustificato le azioni e l’hanno perseguito nonostante le critiche.

La rete di notizie sugli anime si è lamentata molto di Crunchyroll

Molte persone nel settore hanno puntato il dito su Crunchyroll, ma ANN (Anime News Network) aveva senza dubbio il maggior numero di dita da puntare.

In un’intervista con uno dei proprietari dietro Crunchyroll, almeno all’epoca, ANN ha essenzialmente interrogato Vu Nguyen.

Molte delle domande riguardavano Crunchyroll’s:

  • Etica.
  • Morale.
  • Come hanno fatto soldi.
  • Come hanno iniziato.
  • Quanto costa l’esecuzione del sito.

E cose del genere in relazione alla loro posizione di pirati.

CITAZIONE:

“Hai mai sentito una disconnessione cognitiva nel fare soldi – indipendentemente dall’uso che facevano quei soldi – fornendo flussi illegali del lavoro degli artisti, senza che un centesimo di ciò tornasse agli artisti stessi? Non li stavi nemmeno sottotitolando tu stesso, usando solo fansub esterni e guadagnando soldi trasmettendoli in streaming. Ti ha mai dato fastidio? Ti sei mai fermato a pensare “che cosa stiamo facendo?”

Vu Nguyen ha risposto:

“Non lo direi, ma molte persone non si rendono conto di quanto lavoro e denaro siano necessari per mantenere attivo un sito web. Tutte le donazioni sono andate in spese operative. Dedichiamo innumerevoli ore ogni settimana dopo il lavoro e la scuola per renderlo un buon sito. Non stavamo cercando di realizzare un profitto, ma semplicemente di mantenere attivo il sito. Crediamo che la stessa cosa che fanno i fansubber, che aumentando la popolarità degli anime, stiamo facendo crescere la base di fan e l’industria. Non posso commentarlo direttamente, ma posso dire come sia iniziata la community di anime e fansub.

L’intervista è continuata così per 3 pagine, con ANN che ha grigliato Crunchyroll e ha posto loro domande difficili con molta aggressività dietro.

Questa sarebbe stata l’ultima volta che ANN lo ha fatto considerando ciò che accadrà in seguito con Crunchyroll come azienda.

Tokyo TV è anche un’azienda che non amava Crunchyroll in quei tempi.

2. Investimento di 4,05 milioni di dollari che ha cambiato la direzione di Crunchyroll

I soldi sono affari e gli affari sono soldi. È ciò che rende un’azienda operativa e che vale la pena perseguire.

Prima del 2008 i proprietari che lavoravano su CR facevano anche part-time per supportare l’attività, ma una volta arrivato il 2008 era tutto nel passato per sempre.

Una società chiamata Venrock ha investito oltre $ 4 milioni in Crunchyroll, che è ciò che ha posto le basi per la loro transizione da pirata a una società di streaming legittima anni dopo.

Prima di questo “cambiamento”, aziende come Funimation e Bandai Entertainment hanno saputo della notizia e non hanno apprezzato quello che hanno visto. Principalmente perché il contenuto dei pirati era ancora disponibile sul sito di Crunchyroll.

Era intorno al 2009-2010 quando le cose sarebbero cambiate in modo reale e il passaggio alla distribuzione legale iniziò proprio come Crunchyroll aveva promesso ad aziende come Tokyo TV.

3. 2010 in poi

Video Youtube

Crunchyroll-Hime, la mascotte dietro Crunchyroll, è nata da un concorso (2012) che ha visto un certo artista vincere e progettare il concept.

Da allora Crunchyroll-Hime è stata una parte importante del marchio, della sua pubblicità, del materiale di marketing, dei contenuti dei social media e altro ancora.

Hanno creato contenuti esclusivi attorno a questa mascotte e hanno persino avuto un cameo di Hime in anime come Kemono Twins.

Lo fanno persino e hanno costruito storie su Hime, che senza dubbio ha costruito il loro marchio perché Hime è famoso nella comunità degli anime (in generale).

Ha reso Crunchyroll più riconoscibile e pertinente.

Il 2013 è l’anno in cui Crunchyroll ha iniziato a pubblicare manga (legalmente) sul proprio sito Web, con Fairy Tail e altri titoli come primi film.

È anche lo stesso anno in cui Crunchyroll ha ricevuto un investimento più grande che mai da News Corp, per un importo di $ 100 milioni. AT&T si è unito 1 anno dopo ed entrambi hanno investito oltre $ 500 milioni per l’espansione di Crunchyroll.

Questo alla fine ha portato ad avere almeno 1000+ titoli (USA) sulla loro piattaforma. E lo sviluppo di giochi come Princess Connect ReDive.

6-7 anni dopo (2020-2021) è quando Sony è intervenuta e ha acquistato Crunchyroll da AT&T per oltre $ 1 miliardo di dollari. Il resto è storia.

4. Crunchyroll e Funimation diventano UNO

Crunchyroll ora ha tutti i contenuti di Funimation sulla loro piattaforma. Sony ha gradualmente eliminato Funimation e tutti i suoi prodotti passeranno lentamente a CR e saranno finalizzati entro aprile 2022.

Ciò significa che gli abbonamenti di Funimation saranno gestiti da Crunchyroll e presumibilmente anche i loro dipendenti passeranno.

Molti lo chiamano una buona cosa ora che Crunchyroll è davvero un monopolio che possiede letteralmente anime per quanto ha la più grande piattaforma di streaming di anime dedicata.

Che sia vero o no è da vedere. Ma qualsiasi errore stupido ed egocentrico porterà a una maggiore pirateria. La palla è davvero sul campo di Sony e Crunchyroll ora e il mondo guarda con grandi aspettative.

Consigliato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.