28 Giugno 2022 07:43


La polemica sull’eroe di Rising Of The Shield è una delle controversie più stupide che abbia mai visto nell’industria degli anime.

Era più che solo sessista per conto dei detrattori, e anche più che solo ipocrita per loro.

È una controversia sull’anime che non sarebbe mai dovuta accadere, ma inevitabilmente è accaduta comunque. È la natura di Internet negli ultimi 5-10 anni (dal 2013 in poi).

Perché è nata la polemica? Parliamone.

Come è iniziata la controversia su Shield Hero

Nell’anno 2019, gennaio, un anime Isekai adattato da una light novel chiamata The Rising Of The Shield Hero è andato in onda.

Se non sbaglio, Crunchyroll stava mandando in onda questo anime. E, naturalmente, alcuni fan l’hanno guardato sui siti dei pirati a seconda del loro paese.

Durante questo periodo nel 2019 c’è stato un sacco di #metoo e il movimento che lo circondava in corso allo stesso tempo. È un movimento legato alle donne che condividono le loro esperienze di violenza sessuale e cose del genere.

The Rising Of The Shield Hero è andato in onda durante questo periodo e, in un certo senso, è finito nel mirino di ciò che stava accadendo negli Stati Uniti.

Non avrebbe dovuto importare però dato che non era un insulto al movimento #metoo e non lo toglieva.

Di cosa parla The Rising Of The Shield Hero?

Shield Hero, o The Rising Of The Shield Hero è un anime su Naofumi Iwatani, un protagonista maschile dai capelli neri che finisce in un altro mondo.

Una volta lì, incontra molte persone nel regno (letteralmente), una delle quali è Malty o “Myne” come viene chiamata.

Questo diavolo dai capelli rossi flirta con Naofumi, si aggrappa a lui e tutto sembra andare bene tra loro… Fino a quando non afferma FALSAMENTE che Naofumi l’ha molestata.

Questo è importante non solo perché ha dato inizio a una controversia, ma perché Myne è una principessa che ha approfittato della sua posizione per rovinare la vita di quello che vede come un contadino.

Era per il suo sadico piacere.

Una volta ottenuto ciò che voleva dal ragazzo, ha distrutto la sua reputazione e ha fatto sì che il mondo intero lo giudicasse senza contesto, un processo equo o altro.

Alle femministe non piaceva il fatto che gli uomini venissero accusati ingiustamente

Scudo Eroe ha toccato un punto importante all’inizio dell’anime. Questo punto è che gli uomini sono falsamente accusati molto più di quanto la società voglia credere o accettare. E quando succede, vengono giudicati senza contesto.

Colpevoli fino a prova contraria e la loro reputazione danneggiata a vita indipendentemente dall’esito o dalla VERITÀ della questione.

Queste brutali lezioni di vita e la loro rappresentazione hanno strofinato le femministe nel modo sbagliato al punto da indignarsi su Twitter e vari siti web.

Non potevano sopportarlo e stavano mostrando al mondo i loro doppi standard ovviamente sessisti.

Accuse contro Shield Hero

Ciò ha portato a siti come AnimeFeminist che affermano che l’anime è un “inserto incel self”, mentre si lamenta di quanto sia disgustoso e di come non valga nemmeno la pena guardarlo.

Era tutta una narrazione con tutto il contesto buttato fuori dalla finestra e girato a mezz’aria. Era l’illuminazione a gas al massimo.

Su Twitter e altri siti, SJW’S e la folla svegliata hanno detto cose simili. Tutti loro condividevano una cosa in comune: hanno accusato l’uomo di essere la vittima, e ha reso il protagonista un cattivo.

E questo si estendeva alle accuse contro i FAN che si sono divertiti o hanno osato apprezzare l’anime. Affermare che sono incel, perdenti e ogni altra parola d’ordine che è usata come arma su Internet in questi giorni.

È stato un assalto che è arrivato così lontano che persino un giapponese dietro la serie Shield Hero ha commentato la controversia e l’ha liquidata come una “stronzata”.

Una volta terminato quell’episodio (nessun gioco di parole) della controversia su Shield Hero, altre polemiche sono state create dal nulla per clic e visualizzazioni.

Questa volta era diverso, ma altrettanto falso, sciocco e iperbolico.

Imparentato: Perché la cultura “Woke” non infetterà mai l’industria degli anime

La polemica si è evoluta

Naofumi Iwatani, l’MC è ora da solo nel mondo. Ed è giustamente arrabbiato. Un uomo decide di dargli una possibilità e compra da lui il necessario per sopravvivere e diventare più forte.

Più tardi si imbatte in un commerciante che possiede schiavi. Questi schiavi sono semiumani. Sono visti come feccia della terra e trattati come una merda.

Questo commerciante si offre di venderne uno a Naofumi. Si chiama Raphtalia, una ragazza procione, e Naofumi la compra senza esitazione.

Si offre persino e vuole liberarla rimuovendo la sua catena di schiavi in ​​modo che possa vivere una vita di libertà e fare le proprie scelte.

E proprio così…. la folla di Twitter ha deciso di affermare che l’anime promuove e sostiene SLAVERY. Questo viene da persone che non capiscono o non riescono nemmeno a capire cosa significhi o sembri effettivamente.

Anche CBR, un sito che è diventato clickbait da quando è stato acquistato, ha affermato che l’anime supporta la schiavitù.

Questa controversia è durata per un po’, proprio come la prima, ed entrambe le controversie hanno aiutato Shield Hero a guadagnare più popolarità durante la stagione invernale del 2019.

In effetti ha aiutato così tanto la serie Shield Hero che alla fine è stato annunciato che avrebbe avuto una seconda e una terza stagione in futuro.

Parlando dal futuro

Video Youtube

The Rising Of The Shield Hero stagione 2 andrà in onda ad aprile 2022 dopo 3 anni di ritardi o di silenzio.

Questa stagione continuerà da dove si era interrotta l’ultima stagione e introdurrà nuovi personaggi, archi narrativi, abilità, legami, amicizie e difficoltà.

La roba tipica.

Data la storia dell’anime di causare polemiche inutili, c’è la possibilità che la seconda stagione faccia lo stesso poiché le persone adorano far esplodere le cose in modo sproporzionato e grandioso.

Vediamo dove va. Solo il tempo lo dirà.

Perché Shield Hero è un anime importante

Come ho sottolineato prima, l’anime mette in evidenza quanto sia facile, ingannevolmente semplice e selvaggiamente semplice rovinare la vita di un uomo solo a causa del tuo sesso.

La società occidentale è condizionata ad accettare e sostenere l’idea che gli Uomini siano mostri alla lettera, e non meritino compassione o empatia, o anche un processo equo in cui una persona è innocente prima che colpevole.

Shield Hero ti mette nei panni di Naofumi mentre sperimenta depressione, rabbia, circostanze ingiuste e abuso e mancanza di rispetto.

Ti dà un’idea di come deve essere e come deve essere, e perché questi doppi standard devono cambiare per il meglio della società.

Consigliato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.