28 Giugno 2022 20:16

Le Nazioni Unite sono tornate ad occuparsi dell’industria degli anime, avendo dita di riserva da puntare contro di essa, criticandola per l’utilizzo improprio dei corpi femminili.

Diverso tempo fa successe una cosa del genere, con le Nazioni Unite che provarono a “bandire” in toto gli anime, fallendo miseramente.

Questa volta a finire nel mirino è il giornale giapponese chiamato The NIkkei. È conosciuto come un grande giornale finanziario direttamente da Tokyo, Giappone, che copre molti argomenti come affari, politica ed altro, tra cui anche gli anime.

Perché la filiale di New York delle Nazioni Unite è così arrabbiata?

Getsuyoubi no Tawawa ecchi anime manga

Tutto si riduce a questo anime/manga chiamato Getsuyoubi no Tawawawa. È anche conosciuto come Towawa On Monday in occidente.

L’anime non sorprende che sia un anime ecchi/slice of life ed è per questo che c’è stata così tanta polemica intorno a questa serie presentata in un annuncio sul giornale.

Come sottolineato da Unseen Japan:

“L’11 scorso, la sede di New York dell’ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne (noto come UN Women in breve) ha emesso una lettera di forte condanna al principale quotidiano giapponese The Nikkei per una pubblicità a tutta pagina che quest’ultimo aveva pubblicato il 4. La pubblicità in questione mostra la protagonista di Getsuyoubi no Tawawa di Himura Kiseki nella sua uniforme di scuola superiore, e promuove il quarto volume dell’adattamento manga del fumetto web”.

Questa serie ha iniziato la propria pubblicazione nel 2015 e, come molti altri anime ecchi, harem o isekai prima, ha ricevuto critiche e contraccolpi a livello internazionale.

La critica di Un Women (Filiale di New York)

“La sessualizzazione del corpo femminile è un fattore importante nell’impedire la realizzazione della parità di genere. Poiché le pubblicità hanno una grande influenza sulla formazione delle norme sociali (…) la pubblicità in questione è una violazione degli accordi [da parte di NIkkei] nella partecipazione alla Unstereotype Alliance”.

L’Unstereotype Alliance è un’associazione che punta a liberare il mondo dagli stereotipi dannosi per la società. In questo caso relativo alle donne.

Secondo le parole di UN Women, disegnare ragazze carine degrada la donna e incoraggia gli uomini a “sfruttare” le donne.

“Una pubblicità manga che ritrae una ragazza carina e minorenne in uniforme scolastica gioca un ruolo chiave nel rafforzare lo stereotipo che ‘le ragazze delle scuole superiori dovrebbero essere così’. C’è anche il pericolo che possa incoraggiare gli uomini a sfruttare sessualmente le donne minorenni. UN Women si oppone alla pubblicazione di tali annunci. Va contro i memorandum scambiati tra [The Nikkei] e UN Women”.

L’immagine considerata problematica

CITAZIONE:

“Ci sono moltissime persone stanche di vedere annunci nazionali a tutta pagina come questo. Questo annuncio deve far preoccupare i padri con figlie, per non parlare delle donne stesse”.

Questa è l’immagine della pubblicità che è stata considerata di natura problematica, ed è stata criticata per promuovere stereotipi dannosi.

Il genere dell’opera è ecchi, naturalmente, quindi chiunque nella comunità degli anime sa che questo è ciò che ci si può aspettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.