1 Maggio 2022 12:15


Ogni giorno c’è sempre qualcosa che sembra quando si tratta di:

  • L’industria degli anime.
  • Persone che criticano l’industria degli anime.
  • Giappone.

E cose relative a tutta quella merda.

L’ultima è una professoressa che ha condotto uno studio relativo alla Cina, che ha fatto alcune sue affermazioni dopo il fatto.

Molte persone non sono felici come puoi immaginare.

Tutto è iniziato con QUESTA citazione in cui i social media sono stati inizialmente criticati come motivo:

“Perché Pechino non riesce a convincere le persone ad avere più bambini? Lǐ Tíng 李婷, professore di sociologia alla Renmin University of China, che dirige il Family and Gender Research Center della scuola, ha alcune teorie. In un nuovo studio (in cinese) pubblicato questo mese, Li suggerisce che l’uso di alcuni siti di social media cinesi, come Weibo e Douban, influisce negativamente sul modo in cui le studentesse universitarie pensano al matrimonio e all’avere figli”.

L’anime provoca l’assenza di figli?

cazzo weeb kazuma subaru e1651143054727

CITAZIONE:

“Li afferma che diversi siti di social media hanno effetti distinti. L’uso regolare di Weibo, che è più o meno l’equivalente cinese di Twitter, porta a opinioni più negative sul matrimonio e sulla formazione di famiglie. Douban, un social network simile a Reddit nato come forum per discutere di letteratura, musica e film, ha avuto un effetto simile. Al contrario, coloro che hanno trascorso molto tempo su Xiaohongshu, una piattaforma di e-commerce di moda e lifestyle il cui nome significa “libro rosso”, tendevano a vedere favorevolmente il matrimonio e i bambini”.

Si continua:

“Li ha anche teorie sul coinvolgimento degli utenti con le “sottoculture”. Dice che coloro a cui piacevano i videogiochi competitivi, noti anche come eSport, avevano maggiori probabilità di vedere il matrimonio in modo positivo, mentre quelli che guardavano anime o leggevano romanzi web molti tendevano a pensare il contrario riguardo al matrimonio”.

Per il contesto: questo studio della professoressa Li è stato condotto con oltre 10.000 studenti in 30 università in tutta la Cina.

10.000 potrebbe essere un piccolo numero nel grande schema delle cose, ma è un numero grande per un sondaggio di questi tempi, visto che molti sono a malapena nei 100 se quello.

Secondo il suo studio indipendente, gli studenti che guardano anime o leggono light novel rischiano di essere single e senza figli, dal momento che si sentono in modo opposto riguardo al matrimonio rispetto a quelli che amano i videogiochi.

Il contraccolpo è stato piuttosto pesante

Un detrattore (di molti) ha detto questo sullo studio:

“Ci sono una miriade di problemi che restano da risolvere. Prezzi elevati delle case, alto costo della vita, 996, periodo di riflessione per il divorzio, traffico di donne, solo per citarne alcuni. Che ne dici di distogliere la tua attenzione verso studi che avranno un impatto reale?”

Questo studio è correlato alla Cina, ma ti fa chiedere quale sarebbe la differenza se fosse condotto in Occidente, in altre parti dell’Asia, in Africa o in altre parti del mondo.

Potrebbe anche essere un caso in cui gli anime siano un capro espiatorio in questo studio poiché le statistiche possono essere manipolate dalla persona che le crea. Non è una cattiva teoria poiché l’anime è il nuovo sacco da boxe ma è solo un pensiero.

Tuttavia, non vedo che questa sia una correlazione uguale a una sorta di scenario di causalità.

SALSA: SUP CINA

Consigliato successivo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.